Foto da Bresciaoggi

(red.) Giovedì pomeriggio 20 aprile un uomo di 30 anni ha perso la vita in un tragico incidente stradale a Borgo San Giacomo, nel bresciano. Teres Egghembergher, di origine mantovana, ma residente a Milano, ha sbandato con la sua Renault Clio e si è scontrato contro un muretto di cemento lungo la strada, per poi ribaltarsi con la vettura nel campo vicino. La dinamica si è verificata intorno alle 17,30 sulla provinciale 65, in via Case, in un punto dove la carreggiata diventa una stradina di campagna verso il ponte sul fiume Oglio.

Il giovane, che avrebbe compiuto 31 anni a luglio, stava tornando dalla provincia di Cremona dove aveva partecipato con altri parenti al funerale di uno zio. Teres, sposato e padre di due bambini, di professione giostraio e quindi senza fissa dimora, stava andando verso Borgo San Giacomo per far visita a una sorella. Ma è avvenuto il dramma nel momento in cui ha perso la vita sul colpo dopo essersi ribaltato nel fossato accanto alla carreggiata. E a rendere ancora più crudele la situazione c’è il fatto che il 30enne sarebbe morto proprio davanti agli occhi del padre che lo seguiva su un’altra auto.

E’ stato proprio lui, insieme ad altri testimoni, a chiamare il numero unico di emergenza 112 per chiedere i soccorsi immediati. Sul posto sono giunte un’ambulanza da Orzinuovi e l’automedica con i vigili del fuoco, ma ormai per Teres non c’era più nulla da fare. I carabinieri di Verolanuova si sono occupati dei rilievi dell’incidente, mentre la salma è stata poi recuperata da un’agenzia funebre e ricomposta alla camera mortuaria di Manerbio. Il magistrato di turno ha disposto accertamenti sul corpo.

Comments

comments

Nessun commento