(red.) Brescia-Benevento 1-0

Brescia: Minelli, Unteresee, Blanchard, Calabresi, Romagna, Coly, Martinelli, Bisoli, Ferrante (35′ st Prce), Crociata (44’ pt Lancini), Caracciolo. A disposizione: Arcari, Pinzi, Camara, Ndoj, Mauri, Vassallo, Modic. All. Cagni.
Benevento: Cragno, Pezzi (1′ st Cissè), Camporese, Lucioni, Lopez, Venuti, Melara (30′ st Puscas), Viola, Del Pinto (25′ st Buzzegoli), Falco, Ceravolo. A disposizione: Alastra, Chibsah, Padella, De Falco, Eramo, Matera. All. Baroni.
Arbitro: Di Paolo di Avezzano. Assistenti: Dei Giudici di Latina e D’Apice di Parma. Quarto uomo: Miele di Torino.
Rete: 9′ pt Lucioni (autorete).
Note: spettatori 7 mila circa. Ammoniti Del Pinto, Caracciolo, Coly, Blanchard, Minelli. Angoli 5-4. Recupero: 3’ e 3’.

Il Brescia calcio è tornato alla vittoria nella trentaseiesima giornata del campionato di serie B che si è disputata lunedì 17 aprile di Pasquetta. Le rondinelle hanno centrato un successo che mancava da otto partite. Al Rigamonti, i padroni di casa passano subito in vantaggio al 9′: Crociata crossa dalla destra verso l’area e Lucioni di testa colpisce, ma nella sua porta. Autorete che porta il Brescia sull’1-0. Alla mezzora si registra un’occasione per il Benevento quando Melara è solo davanti a Minelli, ma gli colpisce addosso. Poi ci prova Caracciolo con una conclusione al volo da venti metri e colpisce la traversa.

Nel finale gli ospiti sono pericolosi prima con un’incornata di Venuti che va fuori. In un’altra occasione è bravo Minelli a opporsi a Venuti davanti a lui. Prima dell’intervallo il Brescia chiede un calcio di rigore per un presunto fallo di mano di un difensore ospite sugli sviluppi di una punizione. Poi Romagna viene atterrato e le rondinelle recriminano ancora per un penalty. Nella ripresa succede poco e al 25′ il Benevento si rende pericoloso con una bell’azione personale di Cissé in area e Romagna lo ferma.

Alla mezzora Bisoli viene atterrato, ma l’arbitro neanche in questa occasione assegna il rigore. Così il match finisce 1-0 che consente al Brescia di respirare e raggiungere quota 38 punti in classifica, complici anche alcuni passi falsi delle concorrenti. Sabato 22 alle 15 le rondinelle faranno visita all’Ascoli a quota 40. Tra l’altro l’osservatorio sulle manifestazioni sportive ha deciso di vietare la trasferta ai sostenitori biancoblu.

Comments

comments