(red.) Nel fine settimana tra sabato 8 e domenica 9 aprile gli agenti della Polizia di Stato del commissariato di Desenzano del Garda hanno svolto una serie di controlli, che proseguiranno nei giorni successivi per le feste pasquali. Il bilancio finale di quei due giorni parla di 172 persone identificate, 61 mezzi verificati in dodici posti di blocco e 22 controlli tra i soggetti detenuti agli arresti domiciliari. Il mirino delle forze dell’ordine ha riguardato proprio la zona della città lungo la sponda gardesana bresciana.

Tra le operazioni, un 21enne nomade italiano residente a Desenzano, già condannato a 3 anni di reclusione per furti commessi nel nord Italia, è stato arrestato dopo essersi reso irreperibile. Era in un campo nomadi, ma ora si trova nel carcere di Canton Mombello a Brescia. Un altro giovane, un 26enne di Desenzano, con precedenti per spaccio di sostanze stupefacenti, è stato denunciato all’autorità giudiziaria. Era sottoposto all’obbligo di dimora, quindi al divieto di uscire la sera, ma è stato trovato in piena notte nel centro storico.

Sul fronte dei controlli stradali, invece, sono stati denunciati due automobilisti. Uno è un 33enne inglese beccato in via Sirmione con un livello di alcol due volte sopra il limite. L’altro è un colombiano 38enne fermato in via Marconi con alcol di tre volte oltre il consentito. Nel mirino anche la stazione ferroviaria dove sono stati sorpresi un 30enne nigeriano irregolare, un cubano 34enne e un 31enne senegalesi, che erano stati tutti espulsi.

Comments

comments

Nessun commento