(red.) Prosegue nella biblioteca civica di villa Brunati a Desenzano del Garda il ciclo di incontri con l’autore “Parole tra noi”. Mercoledì 22 marzo alle ore 20.45 interverrà Matteo Bussola per presentare la sua opera prima “Notti in bianco, baci a colazione” (ed. Einaudi).

Il libro, scaturito dal profilo facebook dell’autore, racconta l’esperienza e la magia di essere padre attraverso i piccoli episodi di ogni giorno. «Matteo Bussola è capace di raccontare la vita quotidiana con tanta naturalezza, con una lingua così convinta e cordiale, con tanta trasognata precisione, da farci pensare: sì, davvero, a volte la letteratura gioca a nascondersi nelle piccole cose». (Giulio Mozzi)

Matteo Bussola, architetto, per qualche tempo ha conciliato la professione con la passione di fumettista, fino a farne un lavoro a tempo pieno. Nel 2012 inizia a collaborare con Sergio Bonelli Editore, entrando a far parte dello staff di disegnatori della serie Adam Wild. Cura una rubrica settimanale sull’inserto culturale domenicale di Repubblica, Robinson. Vive a Verona con la compagna, tre figlie e due cani.

Sabato 25 marzo alle ore 11 sarà la volta del libro di Michele Gesualdi “Don Lorenzo Milani, l’esilio di Barbiana” (ed. San Paolo) presentato dalla figlia Sandra Gesualdi.

Uno dei primi sei “ragazzi” di Barbiana ha dato voce voce alle vive testimonianze di quanti lo hanno conosciuto direttamente, basandosi anche sulle sue lettere, alcune inedite, ricostruendo così il percorso che ha portato don Milani all’esilio di Barbiana. Le parole di chi ha vissuto in casa con don Lorenzo ci svelano il vero volto di don Milani: un prete, un maestro, un uomo, un “padre” che ha fatto del suo sacerdozio un dono ai più poveri.

Michele Gesualdi è stato uno dei primi sei allievi di don Lorenzo Milani. Nel 1970 cura le “Lettere di Don Lorenzo Milani priore di Barbiana” (Ed. Mondadori) a cui seguono altre pubblicazioni dedicate all’esperienza milaniana. Trasferitosi per lavoro e studio in Germania, rientrò in Italia dedicandosi all’impegno sindacale fino al 1995, quando diventa presidente della Provincia di Firenze. Dal 2004 è presidente della Fondazione don Lorenzo Milani.

Il terzo incontro del ciclo si terrà venerdì 7 aprile alle ore 20.45 con Paolo De Bernardis, autore del libro “Solo un miliardo di anni? Viaggio al termine dell’universo” (Ed. Einaudi).

Sappiamo che tra circa un miliardo di anni l’aumento del flusso di energia solare renderà impossibile la vita sulla Terra. Che ne sarà di noi e della nostra galassia? Ammesso di riuscire a perpetuarci così a lungo, potremo emigrare verso altri mondi? Ma al di là delle possibili risposte del libro, ciò che conta è quello che si impara cercando di rispondere alle domande.

Astrofisico, attualmente Paolo De Bernardis è ordinario all’università La Sapienza di Roma. Collabora con i principali centri di ricerca internazionali ed è stato coordinatore di alcuni progetti dell’Agenzia Spaziale Italiana. Dal 2007 è membro dell’ Accademia Nazionale dei Lincei  e dal  2014 dell’Accademia Nazionale delle Scienze. Autore di oltre duecento saggi su riviste internazionali, nel 2014 ha pubblicato il volume divulgativo “Osservare l’Universo” (Ed. Il Mulino).

La mattina alle ore 11, sempre in biblioteca civica, il prof. De Bernardis incontrerà gli studenti degli istituti superiori desenzanesi.

Il ciclo si concluderà venerdì 12 maggio alle 17.30 con la presentazione in anteprima nazionale dell’ultimo libro di Francesco Permunian, per molti anni direttore della biblioteca civica desenzanese.

Tutti gli incontri sono a ingresso libero.

Comments

comments

Nessun commento