Carabinieri indagano sulla rapina armata di martedì sera al negozio di prodotti biologici

(red.) Ha avuto una serata storta per una lite con il buttafuori, ma il suo atteggiamento violento ha superato ogni limite. La vicenda è partita domenica sera 19 marzo quando un ragazzo italiano di 29 anni è andato alla sala bingo di Roncadelle, nel bresciano, per trascorrere una piacevole serata. Ma così non è stato e quindi il giovane è rientrato a casa con il broncio insieme alla parente.

Lo stesso ragazzo è rimasto alterato dalla serata, tanto che nemmeno la madre è riuscita a calmarlo e così si è rifugiata nella casa di alcuni vicini. Da qui ha chiamato i carabinieri per chiedere loro di intervenire di fronte al 29enne in preda a un raptus di follia. A notte fonda sono arrivati i militari che si sono fatti aprire dal ragazzo armato di coltello e da un contenitore di acido muriatico.

La reazione lo ha portato a lanciare il liquido corrosivo contro uno dei militari, ferendolo a una palpebra. Il 29enne è stato poi fermato grazie al fatto che uno dei militari aveva una bomboletta di spray al peperoncino che ha spruzzato verso l’esagitato. Per il giovane è scattato l’arresto.

Comments

comments

Nessun commento