(red.) Venerdì 17 marzo è iniziato, ma poi subito rinviato, il processo per la morte di Rafiq Ahmed, il 39enne pakistano ucciso il 5 agosto del 2011 al locale “Copacabana” di Brescia. L’uomo era deceduto per le gravi conseguenze riportate dopo una furiosa lite tra stranieri. Imputati nel procedimento sono cinque pakistani, un brasiliano e un rumeno.

Secondo l’accusa, tutti avrebbero partecipato alla rissa con coltelli, mazze da baseball e attrezzi in metallo e in uno scontro che portò all’omicidio di Rafiq. Il processo è stato aggiornato al 29 settembre.

Comments

comments

1 COMMENTO