Dopo ore di ricerche, trovato il corpo del pescatore non rientrato mercoledì (foto da Bresciaoggi)

(red.) Giovedì 16 febbraio nelle acque del lago d’Iseo a Costa Volpino, sulla sponda bergamasca, è stato trovato il cadavere di un uomo. La vittima è Mario Bertolazzi, 55 anni, bresciano di Artogne e carpentiere di professione. Originario di Lovere, da tempo viveva con la moglie nel paese della Valcamonica. Mercoledì 15 mattina ha sfruttato del tempo libero che aveva a disposizione trascorrendolo con una battuta di pesca sportiva, sua grande passione. Così è salito sulla sua piccola barca dal porto di Costa Volpino e poi è andato a largo per l’attività ittica, mentre alcuni pescatori lo avevano notato.

Ma qualcosa non sarebbe andato come doveva e sembra che l’uomo non sia mai arrivato alla destinazione dove praticare la pesca. Nel tragitto in acqua un’onda anomala avrebbe ribaltato la sua imbarcazione, per poi finire sul fondo. Tutto questo è successo intorno alle 9,30. A mezzogiorno, quando la moglie attendeva il compagno per il pranzo, non vedendolo rientrare temeva fosse in ritardo. Ma il trascorrere delle ore ha alimentato la preoccupazione, inducendo la donna a chiedere l’intervento dei carabinieri. Così tra mercoledì e giovedì sono state avviate le ricerche con l’aiuto dei vigili del fuoco di Lovere e Bergamo, i sommozzatori da Milano e due elicotteri in perlustrazione.

Dopo diverse ore, il corpo senza vita dell’uomo è stato rinvenuto in acqua al porto di Costa Volpino, mentre la barca era affondata di una decina di metri, poi individuata. La salma del 55enne è stata ricomposta all’obitorio del cimitero del paese bergamasco, mentre le autorità sono al lavoro per ricostruire il dramma. Non è chiaro se il natante si sia ribaltato dopo un’onda o per un movimento brusco del 55enne. Sull’uomo il magistrato di turno potrebbe anche disporre l’autopsia. Giovedì i familiari sono stati chiamati per identificare la vittima, mentre venerdì mattina verrà recuperata la barca con a bordo quello che rimane degli effetti personali.

Comments

comments

1 COMMENTO