(red.) Giovedì mattina 16 febbraio un operaio bresciano di 39 anni è rimasto vittima di un infortunio sul lavoro a Soave, nel mantovano. L’uomo, di Cazzago San Martino, poco prima delle 8 si trovava su una gru sospesa in aria per svolgere la raccolta di rifiuti all’interno di un capannone di Mantova Ambiente. A un certo punto, per cause da accertare e al vaglio dei carabinieri virgiliani e dei tecnici della Medicina del Lavoro, il braccio mobile che reggeva la gru non ha retto.

Così la gabbia dove si trovava l’operaio è precipitata a terra per alcuni metri. Gli altri lavoratori del deposito hanno subito chiamato i soccorsi facendo intervenire l’automedica e un’ambulanza, oltre ai vigili del fuoco. Il malcapitato bresciano ha riportato diverse lesioni e fratture gravi su tutto il corpo tali da indurre il suo trasferimento nel reparto di Neurologia dell’ospedale di Mantova. Inizialmente in prognosi riservata, poi giudicato non in pericolo di vita e gli sono stati dati due mesi per la guarigione.

Comments

comments

Nessun commento