(red.) Il caso aveva sollevato un mare di polemiche, finendo sulla stampa locale e nazionale. Era ottobre del 2016 quando tre richiedenti asilo pakistani ospiti di alcune comunità avevano, secondo l’accusa, violentato una ragazza di 22 anni al parco delle Rogge a Chiari, nel bresciano. A distanza di quattro mesi, il sostituto procuratore di Brescia ha notificato la chiusura delle indagini chiedendo il rito immediato per i tre.

E’ probabile che il processo in abbreviato, chiesto dai tre per vedersi scontare un terzo della pena, si svolga in primavera. Quella notte i tre, tutti dai 23 ai 26 anni, secondo la versione della ragazza e fornita ai carabinieri, la giovane stava rientrando a casa con il proprio cane dopo una serata con gli amici.

Ma poi sarebbe stata spinta all’interno del parco e il trio avrebbe abusato di lei a turno. Dopo la denuncia della 22enne prima al fidanzato e poi ai militari, le indagini avevano portato fino a un appartamento di Chiari dove si trovavano i tre pakistani ospiti di una cooperativa per richiedenti asilo. Alle prime battute avevano parlato di un rapporto consenziente. Invece, dovranno comparire in tribunale.

Comments

comments

Nessun commento