8,6% di disoccupati in provincia di Brescia nel 2016. Tra i dati peggiori in Lombardia

(red.) Provincia e Cgil, Cisl e Uil di Brescia hanno sottoscritto, lo scorso novembre, un accordo provinciale per favorire interventi a sostegno dei disoccupati. La Cgil di Brescia ricorda che, per accedere ad alcune delle misure contenute, è necessario inoltrare la domanda entro il 31 gennaio.

“A tal proposito, è importante sapere che è possibile, a determinate condizioni, usufruire di forme di sostegno economico per il diritto allo studio: ai nuclei familiari con almeno un disoccupato da più di tre mesi che abbiano un reddito familiare non superiore ai 15 mila euro di ISEE e che abbiano uno o più figli iscritti alle scuole superiori verrà riconosciuto un sostegno economico, per ogni figlio studente, fino a 600 euro per il trasporto pubblico o fino a 300 euro per spese scolastiche”.

La domanda (moduli da compilare disponibili sul sito http://sintesi.provincia.brescia.it nella sezione Bandi e avvisi – Concretamente) entro il 31 gennaio può essere inviata tramite PEC all’indirizzo lavoro@pec.provincia.bs.it oppure può essere consegnata a mano presso una delle seguenti sedi:
– dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 10 presso Settore Lavoro della Provincia di Brescia in via Cefalonia, 50 (terzo piano – ufficio assistenza tecnica)
– il martedì dalle 8.30 alle 13 presso tutti i Centri per l’impiego della Provincia di Brescia
– tutti i giorni dalle 8.30 alle 13 presso i Centri per l’impiego della Valcamonica.

 

Comments

comments