Quattro pusher arrestati in via Foppa e Milano. Maxi sequestro di droga

(red.) Tra martedì 3 e lunedì 9 gennaio gli agenti della polizia locale di Brescia hanno eseguito una serie di controlli antidroga nei luoghi più sensibili della città. E sono andati a segno in via Milano e in via Foppa, portando all’arresto di tre tunisini e di un pakistano. La prima operazione, quella del 3 gennaio, ha visto la municipale impegnata nel pedinare un 32enne pakistano, ritenuto sospetto, mentre percorreva un tratto di via Milano fino al primo sbocco verso la vicina tangenziale e poi lungo le sponde del fiume Mella.

Qui i militari lo hanno sorpreso mentre scambiava alcuni pacchetti con un altro uomo, un tunisino coetaneo. I due spacciatori sono stati bloccati, mentre la polizia ha sequestrato tre sacchetti da 350 grammi di hashish e 50 grammi di cocaina. Trovati anche due cellulari e 600 euro in contanti, ritenuti provento dell’attività di spaccio in quanto i due non figuravano come lavoratori. E’ probabile che l’ingente carico di droga fosse destinato ai dintorni della stazione ferroviaria.

La seconda operazione, quella del 9 gennaio in via Foppa, ha portato i militari a intervenire vicino a un locale dove c’erano due tunisini di 27 e 35 anni. Sono stati beccati mentre si scambiavano alcuni pacchetti contenenti 31 grammi di hashish. Erano ventitré confezioni insieme a diverso denaro contante.

Le posizioni dei quattro pusher sono state valutate dalla polizia che ha accertato come tutti fossero recidivi nel possesso e spaccio di sostanze stupefacenti. Per uno di loro, uno dei tre tunisini, è scattata l’espulsione con il trasferimento verso il Cie di Brindisi da dove sarà rimpatriato in nord Africa.

Comments

comments

3 Commenti

  1. Quattro spacciatori di droga…..italiani o stranieri? Casualmente stranieri.
    Per quanto riguarda i due soggetti di via Milano….”in quanto i due non figuravano come lavoratori”. Ma allora che ci stavano a fare in Italia costoro???

    “…..tutti fossero recidivi nel possesso e spaccio di sostanze stupefacenti.” Tutti e quattro recidivi!!
    Ma se erano già stati beccati a spacciare droga, perchè erano ancora in Italia? A fare che cosa?
    E se, finalmente, per uno dei quattro si preannuncia l’espulsione, perchè mai lo stesso non avviene per gli altri tre? Vogliamo permettergli di spacciare ancora droga in Italia?
    Ma che schifo di parlamento abbiamo?