(red.) “E’ stato lo stesso presidente del Consiglio, Paolo Gentiloni, a paventare il pericolo di radicalizzazione nelle carceri. Per contrastare l’estremismo islamico dunque serve un incremento del numero di agenti di polizia penitenziaria e maggiori fondi per la formazione e per le dotazioni degli agenti stessi”.

Lo ha detto l’assessore regionale alla Sicurezza, Protezione civile e Immigrazione, Simona Bordonali, rispondendo, in Aula consiliare, a una mozione riguardante la situazione della caserma degli agenti della Polizia Penitenziaria di Como.

GRAZIE ALLA POLIZIA PENITENZIARIA. “Colgo l’occasione per ringraziare tutti gli agenti della polizia penitenziaria che lavorano nelle carceri lombarde. Le carenze di organico riguardano purtroppo tutte le strutture presenti nella nostra regione. Essendo competenza dello Stato – ha concluso Bordonali – chiederò al ministro della Giustizia di effettuare congiuntamente un sopralluogo alla Casa Circondariale Bassone di Como per avanzare le nostre proposte volte a migliorare la situazione dei luoghi di lavoro e detenzione in tutta la Lombardia”.

Comments

comments