(red.) Arresto della squadra mobile di Brescia nella giornata di giovedì 25 agosto. Gli agenti hanno messo le manette ai polsi di B.A, 43 anni, pregiudicato nato in città, colpevole di aver rapinato la farmacia Vincoli di via Triumplina. Il colpo è stato messo a segno lo scorso 13 agosto, intorno alle 12. Gli uomini della Sezione Antirapina della Squadra Mobile, grazie al sistema di videosorveglianza dell’attività, sono riusciti a individuare la targa dello scooter (risultato rubato nottetempo a Travagliato tre giorni prima della rapina), nonché una serie di peculiari elementi distintivi del malvivente (altezza, corporatura, un evidente tatuaggio al dorso del polso desto, particolari scarpe antinfortunistiche).
Una serie di successivi accertamenti hanno portato le attenzioni investigative su un cittadino italiano nato a Brescia, B.A. 43enne pregiudicato residente in città, il quale, all’esito di alcuni servizi di pedinamento, veniva fermato dalla Polizia di Stato – Squadra Mobile – e sottoposto a perquisizione. L’attività di ricerca ha consentito di rinvenire e sequestrare alcuni capi di abbigliamento utilizzati durante il tentativo di rapina alla farmacia. Sul dorso del polso destro di B.A. il tatuaggio “incriminante”. Una recente fotografia dell’uomo veniva riconosciuta dal farmacista aggredito.
Tempestiva la richiesta di applicazione di misura cautelare da parte del Pubblico Ministero presso la Procura della Repubblica di Brescia, titolare dell’azione penale Francesco Carlo Milanesi accolta in toto dal Gip Bianchetti. In data 25 agosto personale della squadra Mobile ha eseguito la cattura del malvivente, trasferendo il rapinatore presso la casa circondariale di Canton Mombello.

Comments

comments

8 Commenti

  1. Sarebbe utile conoscere, dopo il processo, l’entità della condanna per il rapinatore…..perchè dopo tutte le Leggi in favore dei delinquenti rischiamo di trovarlo prossimamente di nuovo in farmacia.
    Ma queste informazioni, chissà perchè, non vengono mai date. Sarà un caso???

      • Premetto che io ho scritto “Leggi in favore dei delinquenti”….di tutti i delinquenti, non solo dei rapinatori.
        Infatti i vari governi “fotocopia” di centrodestra e centrosinistra delle ultime legislature hanno sfornato numerose Leggi in favore dei DELINQUENTI, di tutti i delinquenti compresi i politici stessi, i loro amici e ovviamente anche i “rapinatori”.

        Detto questo, nel caso specifico, l’amico rapinatore potrebbe autoridursi la pena di un terzo, grazie al RITO ABBREVIATO (vale purtroppo anche per gli assassini). In questo modo eviterà il carcere, visto che oggi in Italia per una condanna al di sotto dei tre anni nessuno va più in galera.

        Ma se costui fosse così sfortunato da finire in galera, godrebbe del “regalone” ricevuto dal DECRETO SVUOTACARCERI 2014 che tra le altre porcherie, ha innalzato lo SCONTO DI PENA per i detenuti, compresi i rapinatori, da 45 a 75 giorni ogni sei mesi di carcere. Un “regalone”….si passa da 90 a 150 giorni scontati di galera per ogni anno trascorso in carcere. Un gradito regalo di due mesi in meno di carcere ogni anno.
        Al posto di AUMENTARE le pene, i nostri “amici governanti” le RIDUCONO con questi sotterfugi.

        • Il rapinatore intanto é già in galera e con il lungo elenco di capi di imputazione, essendo anche pregiudicato, anche con lo sconto di pena previsto dal rito abbreviato, starà in galera per un bel po’.

          Il rito abbreviato é previsto da decenni nel cpp, é finalizzato a giungere rapidamente a sentenza, evitando le lungaggini. Non mi sembra uno scempio. Esiste qualcosa di simile in tutti i paese, come il summary trial in UK o il bench trial negli USA.

          La detrazione di pena é stata portata da 45 a 75 giorni in via temporanea dal 1/1/2010 al 31/12/2015, quindi non é più`applicabile nel caso che stiamo commentando.

          Questi sono i fatti.
          I pareri, pure rispettabilissimi, sono un’altra cosa.

          • mi piace questa discussione………..
            1) lungo elenco di capi di imputazione?? Lungo? E quali sarebbero, oltre alla rapina?
            2) tu quanto pensi possa “beccare” per una singola rapina in farmacia? Io sto largo e dico 4 anni (ma sto molto largo), e col rito abbreviato andiamo sotto i tre anni.
            3) RITO ABBREVIATO…..esiste dal 1988, ma ad averlo stravolto sono state le sciagurate modifiche introdotte successivamente. Ad esempio, la legge 479/99 (legge Carotti) ha stabilito che l’imputato può richiedere il rito abbreviato senza più bisogno del consenso del Pubblico Ministero. Un grosso regalo ai delinquenti.
            4) poveretto…..se mai resterà in galera, ma non ci resterà, si dovrà accontentare del “solito” sconto di 90 giorni/anno. Essendo pregiudicato probabilmente avrà sfruttato nel recente passato il “bonus” di 150 giorni/anno….e come lui, migliaia di altri delinquenti. Speriamo almeno che, per gratitudine, votino PD o Forza Italia alle prossime elezioni.

          • 1. Dalla dinamica dei fatti io ci vedo i seguenti reati: rapina a mano armata, violenza privata, danneggiamento, furto (del motorino). Dato che il rapinatore ha precedenti, magari anche da scontare, non credo proprio che possa contare ne sulla clemenza dei giudici, ne su un calcolo favorevole della pena. In altre parole non lo vedremo in giro presto, come Lei sostiene, sbagliando.
            2. Lo sconto di pena per il rito abbreviato non mi sembra affatto scandaloso, ma complessivamente permette di snellire le procedure processuali e giungere a sentenza in tempi brevi.
            3. Ugualmente lo sconto di pena per chi ha mantenuto una buona condotta in carcere (altrimenti nisba) ha una sua logica assolutamente coerente con una prospettiva di rieducazione e riabilitazione dei condannati.
            4. Non mi risulta che il m5s abbia mai chiesto l’abolizione dello sconto di pena per il rito abbreviato e nemmeno per buona condotta in carcere. Completando il suo ragionamento i delinquenti potranno quindi votare per gratitudine anche il m5s.

          • 1) furto del motorino? eventualmente “ricettazione”. Precedenti penali “magari” ancora da scontare? Con i “magari” e i “forse” non si va molto lontano.
            2) per quanto riguarda il RITO ABBREVIATO è fondamentale ridare al PM il diritto di veto, come era in origine, perchè non è accettabile che sia il delinquente stesso a decidere di autoscontarsi un terzo della pena. Inoltre la possibilità del RITO ABBREVIATO va abolita nei processi per OMICIDIO.
            3) il preferisco la CERTEZZA DELLA PENA, dunque la vedo così: devi scontare in galera cinque anni? Se ti comporti bene resti in galera solo i cinque anni previsti. Se ti comporti male, vengono aggiunti alla pena da scontare altri 45 giorni ogni sei mesi di carcere. E’ una diversa prospettiva di rieducazione e riabilitazione dei condannati.
            4) diciamo che il M5S non ha mai proposto nè votato Leggi in favore dei delinquenti………mentre il PD e Forza Italia le hanno proposte e votate tutte. C’è una bella differenza!!

          • 1 – furto o ricettazione del motorino cambia nulla (entrambi da 6 mesi a 3 anni), rapina a mano armata (da 3 a 10 anni), violenza privata o percosse (fino a 4 anni), danneggiamento (fino a 3 anni, pena recentemente irrigidita, proprio se avviene in concomitanza a violenza verso le persone). Li faccia Lei i conti.
            2 – sulla proposta di legge di abolire il rito abbreviato per i reati gravii (strage, omicidio premeditato o aggravato da sevizie, violenze sessuali o motivi abietti, tratta di persone, sequestro di minori o a scopo estorsivo con morte dell’ostaggio), il m5s si é astenuto. (pdl approvato alla Camera nel luglio 2015.
            3. la cattiva condotta (contravvenire alle regole e d alle leggi) é già penalizzata. Se un condannato commette un reato durante la detenzione viene ulteriormente condannato, non come propone Lei con una pena fissa, ma nella misura prevista dal codice penale in base alla gravità del reato.
            4. Se per Lei sono favori ai delinquenti sia il rito abbreviato che lo sconto di pena per buona condotta, chi non ne propone l’abolizione merita pari riconoscimento da parte dei delinquenti. Il m5s non lo ha mai chiesto, anzi quando ha avuto l’occasione si é astenuto (lug 2015).
            Bisogna essere coerenti.