(red.)  La Fraglia Vela di Desenzano si prepara a far vivere il Campionato Italiano della classe Dolphin. Per l’8 metri firmato da Ettore Santarelli, che proprio nel basso lago abitava e dove è scomparso esattamente 20 anni or sono, è un ritorno a casa dopo le due edizioni disputate nell’alto Garda lombardo di Limone.
Campione in carica è “Baraimbo 2”, carena armata dagli appassionati Imperadori e Razzi, affidata allo skipper Giò Pizzati, nella vita di tutti i giorni ingegnere-progettista alla Maxi Dolphin, il cantiere di Vittorio Moretti ad Erbusco (Brescia) che ha prodotto buona parte della flotta dei Dolphin. A sgomitare sono però due veterani come Bruno Fezzardi e Umbertino Grumelli, entrambi reduci da un’ottima serie di sfide alla Gentlemen’s Cup del Cv Gargnano, la vittoria di Fezzardi con “Fantastica”. Grumelli può, a sua volta vantare, la medaglia di bronzo vinta al Mondiale Master del Finn di Torbole nella categoria degli Over 60.
Tra i favoriti, o gli outsider, rientrano poi i ragazzi di “Twister”, la barca della famiglia Bocchio, affidata a Mattia Polettini, come il “Flipper” di Claudio Sonda con Martino Reinjtes, il “Merak” della Marina Militare di La Spezia con il comandante gardesano Marcello Colosio, il “Chinock” di Stefano Franzoni, l’”Isolente” di Perani-Marini, tutti con la voglia di far bene nelle acque amiche di Desenzano.
Il programma prevede per giovedì 2 giugno l’arrivo degli equipaggi e le stazze, da venerdì 3 le regate fino a domenica. Alla fine le prove in programma potrebbero essere 8, solo 4 per assegnare comunque il titolo.

Comments

comments