emilio del bonoCare Concittadine e cari Concittadini, a partire da aprile Brescia avrà un Nuovo Sistema per la Raccolta Differenziata dei rifiuti. La città sarà suddivisa in zone che saranno coinvolte progressivamente, fino alla copertura completa entro il 2017. Si tratta di un sistema di Raccolta Domiciliare Combinato: carta e cartone, vetro e metalli e imballaggi in plastica saranno raccolti porta a porta. I rifiuti organici e quelli indifferenziati saranno raccolti in cassonetti a calotta, che si apriranno grazie ad una tessera elettronica personale.
Nella Guida allegata trovate tutte le informazioni pratiche. Se ne occuperà A2A Ambiente, con la società controllata Aprica, che da anni tiene pulita la nostra città. In queste settimane, per dare a tutti i cittadini la massima informazione sulle modalità di svolgimento della raccolta, abbiamo avviato un’importante campagna di comunicazione. Per darvi tutte le risposte in modo semplice e veloce, abbiamo potenziato il Numero Verde 800 437678 e abbiamo pubblicato il sito www.differenziatabrescia.it, interamente dedicato al Nuovo Sistema.
I rifiuti raccolti e separati correttamente possono diventare una grande risorsa. Raggiungeremo insieme l’obiettivo del 65% di raccolta differenziata. Non solo perché lo richiede la legge, ma perché crediamo fortemente che incrementare la raccolta differenziata sia la soluzione più importante che una città responsabile e orientata al futuro possa adottare per migliorare l’ambiente in cui viviamo. Ringraziandovi in anticipo per la collaborazione, vi auguriamo buona raccolta.

Emilio Del Bono, sindaco di Brescia

Comments

comments

2 Commenti

  1. Egregio sig. Sindaco,

    come mai si inizia dalle aree periferiche e non dal centro? Come mai il centro viene coinvolto solo un anno e mezzo dopo? Non sarà per far “rodare” il sistema alle aree di minor pregio, quelle con la popolazione meno influente?
    A che punto siamo con le bonifiche del comparto Milano?

    Cordiali saluti, in attesa di una risposta…..

  2. La presa per i fondelli prosegue……del resto questo è il compare di Fondra.
    “Raggiungeremo insieme l’obiettivo del 65% di raccolta differenziata……….per migliorare l’ambiente in cui viviamo.”
    Migliorare l’ambiente in cui viviamo????
    Noi cittadini pagheremo di più la TARI, avremo maggiori disagi……e i rifiuti bresciani “riciclati” verranno rimpiazzati da A2a con altrettanti rifiuti provenienti da altre città e bruciati nell’inceneritore di Brescia. Poi l’aria inquinata la respireremo noi!!!!!!
    Collaborazione? Per quanto mi riguarda “collaborazione ZERO”.