(red.) Intorno alla mezzanotte di mercoledì 23 ottobre, il fiume Oglio è esondato ne Bresciano.
Forti i disagi, soprattutto in località Tre Archi, al confine tra Malonno e Sonico. Nella notte, massi, detriti, e una grossa quantità di acqua hanno divelto il guard rail e fatto franare circa 70 metri della Statale 42. La protezione civile, già in allertata dalla situazione critica di alcuni torrenti secondari, è al lavoro da qualche ora per cercare di far rientrare l’emergenza.
In ogni caso, per il momento, la Statale 42 è stata chiusa sul tratto di percorrenza interessato. Per chi dovesse circolare nella zona, è possibile aggirare la strada passando dalle frazioni di Rino e Garda di Sonico: il percorso, però, è stretto e impervio e non può sopportare un grosso flusso di veicoli. Forti i disagi per gli abitanti della zona. Al momento si sta valutando se sia possibile riaprire la 42, almeno in un senso di circolazione.

Comments

comments