(red.) Come aveva annunciato dal palco, il nuovo presidente della Regione Roberto Maroni ha incontrato i lavoratori bresciani della Mac dopo la cerimonia di inaugurazione della metropolitana.
Lo ha comunicato la Cgil con una nota sindacale, in cui si legge che l’incontro si è svolto  alla presenza del sindaco Paroli, del vicesindaco Rolfi e del presidente della Provincia Molgora. All’incontro erano presenti, per la delegazione sindacale le Rsu di Mac, il segretario della Camera del lavoro di Brescia Damiano Galletti e il segretario della Fiom di Brescia Francesco Bertoli. La delegazione sindacale ha illustrato ai presenti tutti i passaggi precedenti e l’attuale situazione della vertenza Mac, ribadendo il mancato rispetto degli accordi da parte di Mac e di Iveco e il fatto che dal giorno 26 febbraio sono state recapitate le lettere di licenziamento agli 84 lavoratori.
Secondo quanto riportato dalla Cgil, sia il Presidente della Regione, sia il Presidente della Provincia hanno dato la loro disponibilità ad attivarsi per ricercare le eventuali soluzioni di carattere produttivo ed occupazionale per i lavoratori, mentre il sindaco ha ricordato come l’amministrazione e tutte le forze politiche presenti in Consiglio comunale si sono già attivati e che rimane prioritario il tavolo aperto presso la Prefettura.
I lavoratori della Mac hanno comunque colto l’occasione dell’inaugurazione della metro per distribuire materiale informativo. Da lunedì 4 marzo, poi, continueranno con il presidio alle portinerie Iveco; nel frattempo saranno verificate le iniziative da attivare in sede legale. “La vertenza Mac”, conclude la nota, “continua per il rispetto degli accordi e per l’occupazione e lo sviluppo nel sito Om Iveco di Brescia”.

Comments

comments

Condividi

4 Commenti

  1. mi auguro si trovi una soluzione positiva per gli ex-lavoratori MAC.
    Noto che questi lavoratori hanno scelto la FIOM come sindacato che li rappresenti. Forse non avevano fiducia negli altri sindacati…..