(red.) Stava rovistando fra le macchine in sosta, in cerca di qualcosa da rubare, ma è stato notato da un’agente della questura di Brescia libera dal servizio che lo ha tenuto d’occhio e sorvegliato in attesa che giungesse una pattuglia di colleghi. Nei guai è finito un algerino di 45 anni, O.L., arrestato in flagranza. L’episodio è accaduto mercoledì sera intorno alle 21, nei pressi di Via Spalti San Marco a Brescia. Oria Sgobbo,fFunzionario della  locale Digos, in quel momento fuori servizio, ha notato la presenza in strada di un uomo che si aggirava con fare sospetto tra le auto in sosta.
Insospettita, l’agente ha avvisato la sala operativa indicando che lo straniero aveva appena  forzato un autovettura di colore bianco e quindi, in Via Diaz, ne aveva forzava un’altra, introducendosi nell’abitacolo e rovistando all’interno.
Dopo avere seguito il magrebino, l’agente ha fermato l’uomo in via XXV aprile per un controllo. L’immigrato ha fatto cadere a terra un paio di forbici da elettricista. Il 45enne è stato tratto in arresto per tentato furto aggravato continuato. Dalle vetture non risultava essere stato asportato nulla.

Comments

comments

Condividi

Nessun commento