bsn250x90pxjpg

Fare: “Esclusi dal Comitato Professioni”

Pubblicato il 19 febbraio 2013
Tag:, , , , ,
Puoi seguire tutte le repliche attraverso il nostro RSS 2.0.

(red.) Nessun professionista di Fare per Fermare il declino alle tavole rotonde del Comitato Unitario delle Professioni Bresciane.
“Prendiamo atto con rammarico del mancato invito”, si legge in una nota dei componenti del Comitato Einaudi di Brescia del movimento di Oscar Giannino, “ancora più sorprendente poiché è noto che il nostro movimento nasce in larga parte dall’impegno di tanti liberi professionisti, che hanno deciso di mettere a disposizione il proprio tempo e la propria professionalità a favore di un vero cambiamento”.  Un’anomalia, quella del mancato in vito, che sarebbe tutta bresciana. “Nelle altre province”, prosegue la nota, “non è accaduto altrettanto e praticamente ovunque i nostri candidati sono stati invitati a presentare la posizione del nostro movimento sul tema delle professioni e al dibattito democratico con i candidati degli altri partiti”.
Il Comitato Einaudi di Fare si dice rammaricato anche e soprattutto “in considerazione dello sviluppo che il movimento di Giannino ha avuto sul territorio bresciano, attraverso la massiccia partecipazione dei professionisti nel dibattito delle idee e la creazione di uno specifico comitato dedicato ai temi professionali a cui partecipano quasi esclusivamente professionisti iscritti ai vari ordini provinciali”. I rappresentanti di Fare per fermare il declino sottolineano come questa ‘esclusione mirata’ vada a discapito del dibattito interno tra gli associati, privati di un’occasione di confronto.
“Non possiamo far altro”, conclude la nota, “che prenderne atto e ribadire la nostra disponibilità, soprattutto attraverso la partecipazione ai nostri comitati, a essere punto di riferimento per tutti quei professionisti (che sono la maggioranza), che vogliono unirsi al cambiamento e ritengono necessario operare un continuo miglioramento della posizione del professionista nella società futura per continuare a essere un ingranaggio fondamentale per il rinnovamento del sistema economico, la crescita delle imprese e il benessere del cittadino”.
Intanto, proprio nelle ultime ore, il leader di Fare, Oscar Giannino ha detto di essere pronto a fare un passo indietro, dopo il polverone sollevato dal co-fondatore (ormai ex) Luigi Zingales, per il Master che Giannino si sarebbe illecitamente attribuito in un’intervista.  ”Chiedo scusa ai nostri elettori. Il mio è stato un errore gravissim”, ha detto Giannino, “chiedo scusa a tutti. La linea di chiarezza che vogliamo portare avanti è netta e mi sono assunto tutte le responsabilità”. Per mercoledì 20  è prevista la riunione della direzione nazionale che chiarirà la vicenda.

Segnala questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • Live
  • MSN Reporter
  • Technorati

13 risposte per “Fare: “Esclusi dal Comitato Professioni””

  1. rodrigo scrive:

    bella la foto di Giannino. Peccato sia un imbroglione e per questo è stato costretto a dimettersi.
    Vabbè, un imbroglione di meno.

  2. Ictuoculi scrive:

    Peccato davvero. Gli organizzatori avranno fatto due conti: invitiamo chi probabilmente avrà voti. Il risultato è stata la presenza (pietosa) del rappresentante del Movimento5stelle, che ha fatto un intervento da assemblea condominiale, per usare un EUfemismo.

    • belpi scrive:

      non ci sono andato, e vedo che non ho perso nulla.

      mah…

    • iskender scrive:

      .
      .
      Per caso Ictuoculi riesce a riassumermi in sintesi quale sia la posizione del moVimento rispetto alle “professioni”?

      Essendo libero professionista, mi interessava capirlo ma al momento i grillini presenti sul sito mi accusano di essere un provocatore se chiedo dei chiarimenti…

      • Ictuoculi scrive:

        Pronti! meno burocrazia (slogan banale e del resto usato da tutti) utiizzando i “nuovi” mezzi informatici (sic!) e soprattutto “posizione di ascolto”. Oltre all’abbandono di grandi infrastrutture, che secondo loro non servono. Probabilmente pensano a nuove leve di professionisti del futuro, visto che i andrà col calesse maniscalchi, calzolai, fabbri.

        • iskender scrive:

          .
          .
          In altro articolo avevo letto che il moVimento punterebbe all’abolizione delle professioni, a partire da quella dei commercialisti.

          Mi interessava capire quale, tra i modelli possibili, fosse quello proposto dai grillini per gestire le professioni dopo l’abolizione degli ordini professionali: purtroppo ancora non mi è chiaro.

          Ma fino a domenica, c’è tempo…

          • Ictuoculi scrive:

            Ma certo! Chi vorrà fare il commercialista si iscriverà al sito web del movimento, e la candidatura verrà messa ai voti. Laurea o mica laurea.

    • francotogni scrive:

      c’era solo il rappresentante del M5S? E gli altri chi rappresentavano? Avranno fatto di sicuro un figurone!
      Comunque sia, ammesso e non concesso che abbia fatto un “intervento da assemblea condominiale” io preferisco uno così ai soliti politici “esperti e competenti” (si fa per dire!) che ci hanno rapinato in questi decenni.
      Quelli sono “competenti” a fregare il prossimo…….

      • belpi scrive:

        bon, con questo ragionamento mandiam un fesso qualsiasi, poi vediamo come andranno bene le cose…

        che, del resto, è esattamente l’impostazione dei grillini: candidati scelti a casaccio da una “elite” con il solo diritto di primogenitura.
        alla faccia della democrazia diretta.
        meno delle primarie dei piddini, organizzate per tagliare fuori Renzi

  3. piergi scrive:

    “Fare per fermare il declino”…del curriculum. L’avevo anticipato: da un vecchio volpone della politica come Giannino qualche ritocco, qualche riverniciatura ce la si doveva pur aspettare.

    • iskender scrive:

      .
      .
      Pensi che conosco anche gente che ha “raddrizzato il telaio” e tiene la vettura in garage perchè per i suoi nuovi amici sarebbe disdicevole mostrarla in giro: altro che ritocchi e riverniciature…

Devi autenticarti per poter commentare Login

AGENDA EVENTI

Via Rose, inaugurato il sovrappasso

tangenziale ovestI lavori sono durati due anni, anche per le diverse inchieste che hanno bloccato ...

L’Angelo di Raffaello da Brescia a Tokyo

monastero santa giuliaL'opera farà parte della mostra dedicata al pittore italiano, organizzata e finanziata da Yomiuri Shimbun, ...

Post srl, via C.Bonardi 23, 25049 Iseo (Brescia) - P.Iva 03533420174, ufficiocentrale@quibrescia.it fax 030-5106888

 

Progetto e sviluppo informatico a cura di Tetragono.com Servizi Informatici & Marketing