(red.) Rientrata la crisi della giunta Paroli, che minacciava di sgretolarsi sulle modifiche alla Convenzione urbanistica per la sede unica del Comune nello spazio degli Ex magazzini generali.
Nella riunione di giunta che si è tenuta nel primo pomeriggio di lunedì 11 febbraio, la Convenzione modificata è stata, alla fine, adottata. Accettate le due richieste fatte dalla Lega Nord di avviare i lavori del centro commerciale dopo quelli della sede del Comune e di collaudare il centro commerciale solo  dopo che i lavori per la sede del Comune siano stati completati per almeno il 25%.

Comments

comments

5 Commenti

  1. L’esperienza di questa Amministrazione è caratterizzata da perizie favorevoli ai privati e sfavorevoli al Comune: l’esempio più noto è l’acquisto dell’ex Oviesse a circa il doppio del suo valore (8.7 milioni contro i 3.6 milioni reali).
    In questo caso ha ragione Boifava che si pone il dubbio della bontà delle perizie per la sede comunale di 17.000 complessivi: € 1.900 x 17.000 porta a 33 milioni di euro e non ai quasi 50 milioni di cui si parla da tempo.
    Forse è troppo cara la parcella del progettista di fama internazionale!

    • Anche la parcella per la consulenza dell’Architetto Franceschi (Lega Nord) alla proprietà della dirimpettaia ex Pietra…era veramente molto cara e Musicco prima del PGT approvato, sul giornale “Libero”, affermava a denti stretti “.. di alcuni milioni di euro”.

      • forse il musicco di finsibi che tanti affari ha fatto con questa amministrazione e con brescia sviluppo di cui franceschi era presidente? Mi pare che un musicco fosse anche tra gli sponsor finanziatori di nicoli, sarà di certo un caso di omonimia