(red.) A otto mesi dall’ultima acquisizione (che aveva portato nel portafoglio dell’azienda cremonese la Giovanni Colombo di Pavia, impresa nota in Italia e all’estero per il gorgonzola cremificato), la Gennaro Auricchio spa ha chiuso una lunga trattativa con la famiglia Felappi per il controllo del Caseificio Villa di Erbusco (Brescia) in Franciacorta.
La ditta, che vanta un nuovo stabilimento, ha 80 dipendenti e un fatturato che supera i 35 milioni di euro, produce per i più grandi marchi e anche per i mercati esteri di mozzarella, i formaggi salva cremasco, taleggio e quartirolo.
”In un momento così difficile per il mondo economico e produttivo, continuare a ‘scommettere’ sull’economia reale non è scontato nè facile, ma può avere grande importanza”, ha sottolineato Antonio Auricchio, presidente della Gennaro Auricchio spa. “Era stato così per l’operazione sulla Colombo e lo è per questa, che noi fratelli Auricchio abbiamo voluto e fortemente condiviso. Con i Felappi c’è un rapporto di grande collaborazione. Il nostro accordo si muove nella direzione, oggi obbligata, della crescita dimensionale, in un mercato dominato dai ‘giganti’ e nel quale tutti rischiamo di essere o ritrovarci troppo piccoli”.

Comments

comments

Condividi

Nessun commento