banner-evento-autodromogif
990x54sostenibilita1png

Spacciatore bresciano arrestato in Bolivia

Pubblicato il 11 maggio 2012
Tag:, , ,
Puoi seguire tutte le repliche attraverso il nostro RSS 2.0.

(red.) È giunto giovedì pomeriggio all’aeroporto di Fiumicino, e subito preso in consegna dalle forze dell’ordine italiane, il 45enne Stefano Ferrari, originario di Bagnolo Mella, in provincia di Brescia, e ricercato per traffico internazionale di droga.
Pochi giorni fa la Corte Suprema della Bolivia, respingendo il suo ultimo ricorso contro il provvedimento di estradizione, aveva decretato la fine della sua latitanza in quel Paese, in cui era stato catturato nel 2011 grazie alle indagini svolte dal Nucleo Provinciale di Polizia Tributaria della Guardia di Finanza di Brescia. La sua libertà in Sud-America avrebbe potuto aver termine già sette anni fa, in Argentina, dove era stato arrestato nel 2005 dalla polizia di Buenos Aires dietro mandato di cattura internazionale. All’epoca però Ferrari ottenne dalle autorità di quello Stato di  essere temporaneamente scarcerato in attesa della decisione sulla richiesta di estradizione. L’uomo riuscì così a far perdere le proprie tracce.
I militari del Gruppo Operativo Antidroga ripresero però subito le indagini monitorando familiari e conoscenti del latitante. Riuscirono, nell’aprile dell’anno scorso, ad individuarlo a Santa Cruz, in Bolivia. I militari del G.O.A. hanno così potuto richiederne l’arresto alla polizia boliviana. Si è rivelata preziosa la collaborazione dell’Interpol e dell’Ufficiale della Guardia di Finanza distaccato in Bolivia come esperto antidroga. Gli agenti boliviani lo hanno catturato mentre si incontrava, nei pressi dell’aeroporto Viru di Santa Cruz,  con un altro bresciano, M.B. di 53 anni, un colombiano ed un argentino. La successive perquisizioni hanno consentito il ritrovamento di un’arma, numerose munizioni, cellulari e materiale vario per la costruzione di doppi fondi per valige.

Segnala questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • Live
  • MSN Reporter
  • Technorati

6 risposte per “Spacciatore bresciano arrestato in Bolivia”

  1. demarchi scrive:

    Traduco per chi è un pò duro di comprendonio:
    qui delinquono, al loro paese invece si comportano bene.

  2. Oscar scrive:

    Bolivia 1 – Brasile 0

  3. demarchi scrive:

    Ma perchè l’hanno estradato? non potevano lasciarlo nelle carceri boliviane?
    Altra domanda:
    Con tutte le ns. carceri piene di extracomunitari, possibile che dai loro paesi nessuno chieda l’estradizione?
    Non li vogliono più indietro, neeeh?

Devi autenticarti per poter commentare Login

AGENDA EVENTI

Onofri, “Io assessore al bilancio? Forse sì”

francescoonofriL'ex candidato sindaco si è detto sorpreso di una possibile sua candidatura per sostituire Di ...

Con il caldo scatta la lotta alla zanzara tigre

zanzaratigreL'Asl di Brescia ha già iniziato la campagna di monitoraggio, ma ha chiesto la collaborazione ...

Post srl, via C.Bonardi 23, 25049 Iseo (Brescia) - P.Iva 03533420174, ufficiocentrale@quibrescia.it fax 030-5106888

 

Progetto e sviluppo informatico a cura di Tetragono.com Servizi Informatici & Marketing