In cassaforte Belsito la cartella “The family”

Pubblicato il 5 aprile 2012
Tag:, , , ,
Puoi seguire tutte le repliche attraverso il nostro RSS 2.0.

(red.) Nella cassaforte del tesoriere della Lega Francesco Belsito, indagato per truffa ed appropriazione indebita, tra la documentazione contabile sequestrata ieri dai carabinieri del Noe e dalla Guardia di Finanza vi è anche una cartella con l’intestazione ”The family’.
L’ipotesi degli investigatori è che i documenti siano relativi alle elargizioni ai familiari del leader del Caroccio Umberto Bossi.
Gli atti sono all’esame del pm di Napoli, Francesco Curcio, Vincenzo Piscitelli e John Henry Woodcock.
La famiglia del senatur, in testa i figli maggiori Riccardo e Renzo, detto “Il Trota”, hanno preso le difese del padre sostenendo la sua assoluta estraneità alle contestazioni. In particolare Bossi jr, eletto a Brescia come consigliere regionale, ha affermato di non avere mai preso soldi dal partito.

Segnala questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • Live
  • MSN Reporter
  • Technorati

6 risposte per “In cassaforte Belsito la cartella “The family””

  1. Emigrante scrive:

    Un genio della finanza come della riservatezza. Chiamare “the family” il faldone con i documenti in grado di schiantare il Senatur fa pensare a due cose: o questo Belsito è un pirla, o non vedeva l’ora che qualcuno aprisse la cassaforte. In ogni caso, Nord Ladrone.

  2. mino ritario scrive:

    E’l somèa finamai un maruchì ! E nvece l’è dela Lega.

  3. IbnHuitzilopActli scrive:

    Bella foto.

    Che faccia rassicurante, ragazzi!

  4. cindola scrive:

    Capendo l’ironia della cosa, direi che potevamo finire dalla padella alla brace….. Non è che adesso navighiamo nella legalità!!!

  5. demarchi scrive:

    E invece continuiamo ad avere la n’drangheta a comandare; che bello!

  6. schmidl60 scrive:

    se avessero fatto la secessione avremmo avuto belsito alle finanze, la moglie di bossi alle politiche per la famiglia, il trota alla cultura e magari il nostro assessore alle chiacchiere ministro alle comunicazioni. non c’è che dire l’abbiamo scampata bella

Devi autenticarti per poter commentare Login

AGENDA EVENTI

VI SEGNALIAMO

Materne, si salva anche la “Agosti”

asiloLa decisione in serata dopo un vertice tra amministratori e genitori in Loggia. Cadono sotto ...

Docenti, via libera alla “chiamata diretta”

scuola2Regione Lombardia ha dato l'ok alla sperimentazione del reclutamento degli insegnanti nelle scuole. Insorgono i ...

Post srl, via C.Bonardi 23, 25049 Iseo (Brescia) - P.Iva 03533420174, ufficiocentrale@quibrescia.it fax 030-5106888

 

Progetto e sviluppo informatico a cura di Tetragono.com Servizi Informatici & Marketing