Cortese Direttore,
volevo esprimere la mia esperienza per la mia partecipazione al Movimento della Lega Nord, essendo partecipe dell’elezione del Segretario Provinciale.
Confesso che erano anni che non avvertivo l’entusiasmo di molti militanti di uomini e donne e soprattutto di molti giovani in una assise Politica. La mia esperienza in campo politico parte dal Socialismo italiano e drammaticamente l’esperienza si è interrotta dallo scioglimento del mio partito nel 1994. Ho poi girovagato onestamente e correttamente a dando una mano ad alcuni amici e amiche. Ma non riuscendo a trovare più quell’entusiasmo e voglia di fare che ho trovato nel movimento Lega Nord. Tornando alla mia testimonianza del Congresso di domenica 2 ottobre, vi confido che ho notato una partecipazione democratica, rispettosa, cordiale e sincera di molti interventi che mi sono molto piaciuti per la loro spontaneità e immediatezza ma soprattutto per la loro passione, legati all’amore del proprio territorio e ai suoi problemi. La cosa che mi ha colpito di più è che dichiaravano la loro preferenza per il candidato prescelto senza tanti giri di parole. E concludevano, con spirito democratico, che chiunque fosse stato più votato, sarebbe stato il Segretario di tutti. Questa per me era musica di un vero movimento attento ai problemi e rispettoso della battaglia che un congresso deve avere.  Così alla fine è avvenuto. I due candidati avversari alla fine si sono ripromessi di lavorare insieme per il bene di tutti i rappresentanti del movimento e soprattutto nelle istituzioni in cui molte donne e molti uomini ci rappresentano onorevolmente in molti organismi nelle nostre molte Città.
Posso testimoniare che ho assistito ad un democratico Congresso, in cui ho percepito una battaglia di grande rispetto all’Assise Congressuale.
Mi ha fatto piacere poi che l’On. Roberto Maroni, sia venuto personalmente a congratularsi per il buon lavoro svolto da parte del nuovo Segretario Fabio Rolfi, che sarà, e ne sono convinto, il Segretario del Fare e di tutti.
Celso Vassalini

Comments

comments