pallone.jpgEnnesima sconfitta in casa per le Rondinelle che non escono dalla crisi. E' finita 1-2.


calcio.jpg
(red.) Niente da fare per le Rondinelle. L'anno nuovo non ha invertito la tendenza e al Rigamonti è arrivata l'ennesima sconfitta. Ancora più amara perché rimediata con il Cesena, che era a pari punti (anche se con una partita in meno) e ora supera il Brescia di tre lunghezze.
Sulla carta l'avversario era affrontabilissimo, ma ci hanno pensato Jimenez e
Ceccarelli (al primo gol in A) a rendere il boccone amaro alla squadra di casa. Che in campo si è battuta, sia chiaro, ma senza riuscire a concludere molto, apparentemente a causa di un'organizzazione zoppicante. Il Cesena, invece, pur non brillando ha saputo tenere serrati i ranghi e ha chiuso la partita ancora nel primo tempo, dato che le reti sono arrivate al 33' (Ceccarelli) e al 41' (Jimenez). Il Brescia dopo i due gol è rimasto come paralizzato, tanto che per vedere una reazione si è dovuta aspettare la ripresa con Eder che ha accorciato le distanze.


Insomma, la squadra non riesce a sbloccarsi, in campo dà, ma forse sente troppo la tensione. Inutile anche il tentativo di Beretta che si è affidato all'airone Caracciolo, forse in una delle sue ultime
apparizioni al Rigamonti, visto che molte squadre maggiori hanno dimostrato interesse nei suoi confronti e se lo contenderanno nel mercato di gennaio.
Di fatto quello andato in scena al Rigamonti è stato un film visto e stravisto. Troppi errori, pochissima fiducia in se stessi e nelle proprie potenzialità, incapacità di reazione. Ora però la situazione è davvero disperata. La classifica piange, il Brescia si ritrova penultimo e la salvezza sembra sempre più difficile.

Risultati: Juventus-Parma 1-4, Bologna-Fiorentina 1-1, Brescia-Cesena 1-2, Cagliari-Milan 0-1, Genoa-Lazio 0-0, Lecce-Bari 0-1, Juventus-Parma 1-4, Palermo-Sampdoria 3-0, Roma-Catania 4-2, Udinese-Chievo 2-0
Inter-Napoli questa sera alle 20,45.

Classifica: Milan 39, Lazio 34, Napoli 33 (una partita in meno), Roma 32, Juventus 31, Palermo 30, Udinese 26,  Inter 23 (tre partite in meno), Sampdoria 23 (una partita in meno), Genoa 22 (una partita in meno), Parma 22, Chievo 21, Catania 21, Bologna 21 (penalizzato di 1 punto per inadempienze finanziarie), Cagliari 20, Fiorentina 20 (una partita in meno), Cesena 18 (una partita in meno), Brescia 15, Lecce 15, Bari 14.

Comments

comments