tempobrutto2.jpgScoperchiato il tetto della parrocchiale di S. Lorenzo. Lesionate alcune abitazioni.


(red.) Scoperchiata la chiesa di Berzo Demo, in Valcamonica, nel Bresciano, a seguito delle forti raffiche di vento che hanno spazzato il Nord Italia nella giornata di giovedì.
Una violenta tromba d'aria ha portato via tegole e comignoli in sette abitazioni del centro storico, ma i danni maggiori sono quelli riportati dalla parrocchiale di San Lorenzo, dove il vento ha distrutto quasi mille metri quadrati di copertura, l'intero lato sud del tetto dell'edificio. Nessun problema, invece, sul lato nord della chiesa. Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco di Edolo, Vezza d'Oglio e del distaccamento di Boario Terme e la protezione civile Arnica per la messa in sicurezza degli edifici.
Il sindaco di Berzo Demo, Corrado Scolari, ha emesso un'ordinanza con la quale ha stabilito la chiusura di piazza S. Agostino e via S. Lorenzo in pieno centro di Demo, nell’area antistante la chiesa danneggiata.
Qualche disagio anche al Parco delle Terme di Boario, dove il vento ha abbattuto un abete secolare, mentre un’altra pianta è stata tagliata per questioni di sicurezza.
A Berzo le raffiche violente hanno danneggiato il teatrino della chiesa parrocchiale, mentre a Sonico danni lievi hanno riguardato alcune abitazioni.
In serata, a Edolo, i vigili del fuoco sono intervenuti per domare un incendio sviluppatosi da una canna fumaria.
Per venerdì è previsto un altro sopralluogo dei tecnici e il posizionamento di un telo a protezione della copertura della chiesa.

Comments

comments