La fattucchiera è di Mazzano. Raggirato un imprenditore di 35 anni.


(red.) Nel giro di sette mesi si è fatta consegnare da un imprenditore bresciano circa 15 mila euro. Stiamo parlando di una presunta maga, arrestata domenica per truffa aggravata. La donna, E.G., ora agli arresti domiciliari, è stata sorpresa con le mani nel sacco dai Carabinieri della stazione di Mazzano, mentre si faceva consegnare circa 780 euro dalla vittima del raggiro. L’imprenditore, 35 anni, dopo aver conosciuto la sedicente maga in un locale pubblico le aveva confidato i propri problemi di lavoro. La donna gli aveva quindi consigliato di praticare tutta una serie di complicati riti, a base di uova, pentolini di rame, candele, acqua santa e altro. Lei stessa prendeva parte a questi riti, durante i quali puntualmente individuava delle nuove negatività, inducendo l’imprenditore a versarle altro denaro. Oltretutto, all’uomo era stato fatto credere che avrebbe potuto detrarre le somme dalla dichiarazione dei redditi. Ma a forza di pagare l’imprenditore si è finalmente reso conto di essere vittima di una truffa, e si è rivolto ai Carabinieri. L’arresto è stato convalidato e il gip ha poi disposto per la maga i domiciliari. Gli uomini dell’Arma stanno anche vagliando le possibili responsabilità della figlia diciannovenne della donna.

Comments

comments