Scoperto a Manerbio un traffico illecito di polimeri.


(red.) Importante operazione della Guardia di Finanza di Manerbio. Le Fiamme Gialle hanno scoperto un giro di false fatturazioni per 156 milioni di euro e mancate dichiarazioni dell'Iva per 115 milioni. Coinvolti nell'inchiesta 18 imprenditori (di cui otto bresciani) specializzati nella vendita dei granulati di polimeri, materiali utilizzati per la produzione della plastica.
La mente della truffa era un 49enne di Verolanuova, C. A. E. le sue iniziali che, che depositava in due depositi fiscali notevoli quantità di granulati di polimero acquistati in sospensione del pagamento dell’Iva. Il materiale plastico, infatti, prima di arrivare all'azienda
utilizzatrice del prodotto veniva venduto “cartolarmente” a due o tre società fittizie che periodicamente non versavano l'Iva dovuta e provvedevano a distruggere la documentazione. gli indagati, con questo trucco, raggiungevano il duplice scopo di non pagare l'Iva nel momento in cui prelevavano le materie prime dai depositi fiscali e di non versare quella che incassavano dal cliente inconsapevole al quale avevano venduto realmente la merce. I 18 dovranno rispondere di associazione a delinquere finalizzata alla frode fiscale e alla distruzione di libri contabili.

Comments

comments