Un tunisino di 47 anni in manette in via Robusti in città.


(red.) Ancora un episodio di violenza familiare in città. Un tunisino di 47 anni è stato arrestato dagli agenti della Volante nella sua abitazione di via Robusti. Le accuse a suo carico sono di violenza, lesioni, resistenza e minacce a pubblico ufficiale. L'uomo è incolpato di aver picchiato ripetutamente la figlia 12enne. Ad avvisare la Questura sono stati i vicini, allarmati dalle urla. I militari sono entrati nell'appartamento ed hanno trovato una donna, probabilmente la moglie, e in un angolo, rannicchiati, un ragazzino di 14 anni e la 12enne, che ha raccontato ai poliziotti di essere stata percossa dal padre. L'uomo, alla vista degli agenti, si è prima volutamente ferito ad un braccio con un coltello cercando di impressionarli, poi gli si è scagliato contro. La colluttazione è durata pochi minuti e l’uomo è stato portato a Canton Mombello.

Comments

comments